Sina Officies

Il progetto per i nuovi Uffici SINA, ha interessato un edificio di inizio novecento rimasto parzialmente incompiuto. Il tema del progetto è quello della “integrazione contemporanea” che ha come fine quello della ri-definizione dell’edificio storico, con il completamento del terzo piano, e la realizzazione di una nuova unità architettonica, comprendente due nuovi piani. Il progetto per l’integrazione è stato concepito con un sistema costruttivo trilitico alternativo a quello murario esistente, realizzato tramite un sistema di travi e pilastri a sezione differente, disposti secondo due ordini, concepiti con un ritmo compositivo A - B - B – A. Tale sistema compositivo crea uno schema di aperture a “Serliana“. L’uso della “Serliana”, così come nella Basilica del Palladio, è concepito come strategia compositiva per adeguare la nuova architettura al ritmo “variabile” degli interassi dell’edificio storico. Tale composizione ritmica inficia anche sulla percezione dimensionale e visiva dello spazio interno. Le sale della nuova unità, concentrando servizi e uffici privati sul lato affacciato verso la corte interna del complesso, si definiscono attraverso grandi aule a pianta libera direttamente esposte sul nuovo sistema di facciata che irradia di luce lo spazio. Giustapposta, ma delicatamente separata da esso, una grande finestra a nastro a tutta altezza, in vetro traslucido grigio, percorre l’intera lunghezza degli spazi, consentendo la vista delle chiome del filare di alberi che affianca l’edifico.



Read more

LOCATION
Milano

ANNO
2006 – 2012